26, Gennaio 2021

Autore

Articoli correlati

15 Comments

  1. 1

    Giulio Brignani

    Clay, esempio di determinazione e coraggio. Artefice di un “automobilismo” molto più legato al pilota che al mezzo meccanico. Grazie Roberto di aver voluto ricordare questo GIGANTE. Giulio

    Reply
    1. 1.1

      Panathlon D.I.

      Comincio a pensare che il nostro Roberto sia un gigante nel regalare emozioni.
      Massimo Rosa/Direttore Panathlon Planet

      Reply
  2. 2

    Maurizio

    Bell’articolo dedicato ad un grande campione. Ho rivissuto quei momenti pur non avendo la passione dei motori, ma quando si legge una storia ben descritta è un piacere leggerla.

    Reply
    1. 2.1

      Panathlon D.I.

      Grazie Maurizio a nome di Roberto Gerosa. Continua seguirci, ci saranno altre storie non meno coinvolgent.
      Un saluto,
      Massimo Rosa/Direttore Panathlon Planet

      Reply
  3. 3

    Nicola

    Grande Uomo e Grande Pilota. Uomo di grande spessore. Grazie Roberto per avercelo
    ricordato. Protagonista di molti Gran Premi di Formula Uno in cui il pilota contava
    veramente e spesso faveva la differenza. Nicola.

    Reply
  4. 4

    giacomo

    Chi cade e si rialza per andare avanti e’ un esempio per tutti, se poi lo fa con lo stile di Clay… diventa un mito assoluto.

    Reply
    1. 4.1

      Panathlon D.I.

      Continua seguirci, scoprirai la ricchezza di storie dell’automobilismo, quello lontano dalla ribalta della F1.
      Massimo Rosa/Direttore Panathlon Planet

      Reply
  5. 5

    Luca Veloso

    Un gran bel ricordo di un grande campione ma soprattutto un grande uomo… Complimenti a Roberto per farci rivivere sempre emozioni di un tempo

    Reply
  6. 6

    Lucio

    Sulla coinvolgente capacità descrittiva di Roberto, direi che è un “vizio” della Famiglia Gerosa ?. Sul Periodo storico delle gesta di Regazzoni e molti altri Uomini-Campioni, abbiamo imparato, senza accorgerci, della inversione di importanza tra le doti dell’atleta e il preponderante valore dei Sistemi tecnologici… Io sono anziano e sicuramente per questo motivo resto legato ai vecchi sapori … ai Pit-stop e a Var preferisco decisamente EL LESSO CON LA PEARA’ .

    Reply
    1. 6.1

      Panathlon D.I.

      Preferisco il sapore di una volta agli attuali pit stop
      Massimo Rosa/Direttore Panathlon Planet

      Reply
  7. 7

    Enrica da Udine

    Un bellissimo articolo ! Sono felicissima di sapere che c’è ancora qualcuno che si ricorda e ne parla di Clay Regazzoni un grande pilota purtroppo sfortunato che ci ha lasciati troppo presto.
    Un grazie di cuore a Roberto Gerosa per il bellissimo articolo
    Enrica da Udine

    Reply
    1. 7.1

      Panathlon D.I.

      Gentile Enrica,
      pensa che il mio ricordo di Clay più vivo risalea quando lavoravo a Lugano,dove ogni tanto ero trascinato alla “Piccionaia”, la discoteca “più In” della città.
      Lì, il grande Clay, arrivava sulle ultime note di “Buonanotte Fiorellino”, la nota canzone di Francesco De Gregori, attorniato da splendide ragazze.
      La sera che venne al Panathlon Verona, visto ch’ero il presidente, fu ospite al mio tavolo. Fu una serata memorabile per la vivacità del personaggio, al quale, naturalmente feci dedicare Buonanotte Fiorellino ricordando quelle sue entrate in discoteca. Neanche a dire si divertì così tanto che fu l’ultimo assieme a me ad andarsene. Tansini, il suo amico accompagnatore, disse che non era mai successo che si fosse così divertito ad una manifestazione pubblica.
      Da allora Buonanotte Fiorellino è il leit-motiv che mi accompagna, ricordandomi il grande Clay.
      Un aluto,
      Massimo Rosa/Direttore Panathlon Planet

      Reply
  8. 8

    Perozzi

    Clay lo sciupafemmine.
    Clay, sangue latino al volante di una rossa. Un pilota che fa parte della Grande Famiglia Ferrari, oggi ricordato dopo i 1000 gp della casa di Maranello. Grande Clay

    Reply
  9. 9

    Angelo

    Scrivo in ritardo ma l’articolo di cui parla Roberto e sensazionale di cui un pilota che a noi giovani dagli anni settanta ottanta lo si ammirava perché oltre ad un gran pilota era anche un gran signore con il gentil sesso grazie Roberto di questo bel articolo

    Reply
  10. 10

    Silvia

    È sempre bello leggere di figure così tanto amanti della vita e delle loro passioni!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2019 Panathlon Distretto Italia P. IVA 92175850921 - info@panathlondistrettoitalia.it All rights reserved. Terms of Service | Privacy Policy