02, Agosto 2021

#360Inclusione – Il Progetto


L’emergenza determinata dal rischio di contagio da COVID-19 ha destrutturato la quotidianità delle persone. L’instabilità che ne è derivata, l’incertezza della durata dello stato di emergenza, i provvedimenti adottati dai governi per la tutela della popolazione nello stato di emergenza, hanno creato un clima di forte stress per tutta la popolazione, in particolar modo per le categorie più fragili.Questa si aggrava maggiormente in considerazione dei mancati benefici legati alla pratica motoria e sportiva, che svolge un ruolo fondamentale per il benessere non solo fisico, ma anche sociale, rappresentando uno strumento di educazione e uno straordinario catalizzatore di valori universali positivi, essendo un veicolo di inclusione, partecipazione e aggregazione sociale.
 
Risulta quindi fondamentale, in vista della ripresa delle attività e soprattutto dei contatti sociali, riavviare, riformulare e migliorare tutte le azioni di promozione della pratica sportiva verso tutti ma soprattutto verso le fasce più deboli della popolazione, gli anziani, le persone con disabilità e i giovani.
 
Il progetto #360inclusione intende essere un incubatore di attività non solo per la ripresa della pratica sportiva e i contatti sociali, ma anche promotore per lo sviluppo e il cambiamento della concezione dello sport e della pratica sportiva, delle modalità di fruizione ed erogazione del servizio sportivo che è diventato, a pieno titolo, un “servizio sociale” contemporaneo e un fenomeno di assoluta rilevanza.


L’interesse specifico nel progetto #360inclusione rivolto alle persone +65 e con disabilità è determinato dal fatto che in un contesto generalizzato essi rappresentano in questo momento di emergenza sanitaria le persone maggiormente a rischio di solitudine ed isolamento o che si trovano più spesso in condizioni di limitata autonomia. Il progetto mira infatti a promuovere e a sviluppare uno sport inclusivo affinché i luoghi dedicati allo sport sappiano accogliere i principali beneficiari del progetto in virtù dell’estrema importanza della pratica sportiva perché “sport è parte del patrimonio di ogni uomo e di ogni donna e la sua assenza non potrà mai essere compensata» (Pierre De Coubertin)
 
Il progetto #360inclusione è stato ideato da quattro Associazioni Benemerite (SCAIS / Panathlon International, Distretto Italia / Special Olympics Italia / UNVS) in raggruppamento e in collaborazione con cinque partner (ASI / OPES / FIDAL / CIWAS / OAR) che da anni condividono l’obiettivo principale del progetto #360inclusione: l’inclusione. 
Il progetto è patrocinato da Sport e Salute e Coni.
 
Tutte le attività vengono svolte assicurando l’adozione di ogni misura e l’utilizzo di idonei supporti o presidi conformi ai vigenti protocolli sanitari per il contenimento della diffusione del contagio del COVID-19 al momento dello svolgimento delle attività.
 
Allo scopo di far conoscere al grande pubblico gli eventi proposti nell’ambito del progetto è stato realizzato il sito web
www.360inclusione.it , dove è possibile trovare maggiori dettagli e informazioni.

progettoinclusione1Download

Copyright © 2019 Panathlon Distretto Italia P. IVA 92175850921 - info@panathlondistrettoitalia.it All rights reserved. Terms of Service | Privacy Policy